Categorie
Condividere X Unire

È tornato lo sport all’oratorio di Turro. Una scommessa vinta e un premio: il sorriso dei ragazzi

Anche dopo la fine della scuola, quest’estate il nostro oratorio ha deciso di proseguire comunque il suo cammino sportivo fino almeno alla fine di giugno. Ma poi, riscontrata la disponibilità dei ragazzi, le attività sono andate avanti fino quasi alla fine luglio. Cosa abbiamo fatto? Una cosa semplicissima, decisamente banale: abbiamo finalmente ripopolato l’oratorio, dopo le restrizioni anti Covid che ci avevano bloccato per tutta l’estate 2020, invitando tutte le squadre Odi Turro a proseguire gli allenamenti qui. In più, abbiamo invitato e accolto tutti coloro avessero voglia di provare un’esperienza sportiva, come un vero e proprio oratorio estivo aperto di fatto a tutti e gratuito.

Ne è nata un’esperienza bellissima, quasi inaspettata. Abbiamo promosso altri tipi di sport oltre al solito calcio, come il minibasket e la pallavolo. Abbiamo sperimentato, dopo mesi di limitazioni, quanto sia bello trovarsi in un campo sportivo (seppur piccolo come il nostro) e giocare tanti contro tanti, tra ragazzi conosciuti e ragazzi nuovi, con la semplicità e la genuinità tipica dell’oratorio di una volta, quando si calciava maldestramente il pallone verso il campanile e si commentava: “Alla viva il parroco!”.

Abbiamo tanto sorriso con i bimbi che, sporchi e sudati all’uscita del campo, non distinguevano più vincitori e vinti ma semplicemente gioivano di quanto avevano corso e di quanto si erano divertiti.

Abbiamo fatto tanto chiasso (precisamente tutti i giorni feriali da inizio giugno a metà luglio dalle 17 alle 20), ma in realtà è stata musica orchestrale di alta qualità che ha deliziato le orecchie di tanti parrocchiani e oratoriani che erano assordati dal silenzio di questi ultimi mesi di pandemia.

Abbiamo vinto tutti una piccola scommessa: con tanta buona volontà, il nostro oratorio ha dimostrato di essere ancora vivo, anzi più vivo che mai! E che lo sport di base è un traino aggregativo incredibile, indispensabile per la vita dei nostri ragazzi e, aggiungiamo, per la vita del nostro oratorio e della nostra comunità.

Ci apprestiamo, in questi giorni, a riprendere le attività sportive dell’oratorio; il nostro augurio è che possa essere una ripresa vera e serena. Abbiamo tutti bisogno (allenatori, genitori) del sorriso dei nostri ragazzi. 

Il nostro augurio è anche quello di poter riprendere a pieno regime, tramite lo sport di base, il cammino educativo con i nostri ragazzi, interrotto più volte nelle ultime due stagioni.

“Educare è come seminare: il frutto non è garantito e non è immediato, ma se non si semina è certo che non ci sarà raccolto”

Cardinale Carlo Maria Martini (1927 – 2012)
Alberto Fumagalli
Condividi e unisci anche tu