Categorie
News

Indicazioni per il Triduo pasquale

Con la Domenica delle Palme è iniziata la Settimana santa, autentico nucleo della fede cristiana perché ci fa rivivere la passione, la morte e la resurrezione di Gesù.

A differenza del 2020, quest’anno potremo partecipare in forma comunitaria alle tre celebrazioni del Triduo pasquale, senza dimenticare gli atteggiamenti di prudenza e tutela in questo periodo di emergenza sanitaria.

Per garantire il rispetto del coprifuoco e al contempo agevolare la partecipazione anche di chi lavora, le celebrazioni di Giovedì e Venerdì Santo si terranno alle ore 20.00; mentre la Veglia Pasquale del Sabato Santo sarà anticipata alle ore 18.30. Di seguito alcuni adattamenti necessari per lo svolgimento in sicurezza delle celebrazioni.

Giovedì Santo – S. Messa “nella Cena del Signore” (ore 20.00)

Quest’anno verrà omesso il rito della Lavanda dei Piedi, così come non ci sarà l’adorazione permanente del Santissimo Sacramento in cappellina, che solitamente iniziava già nella notte di giovedì. Al suo posto, tutta l’assemblea è invitata ad un momento di adorazione comunitaria con esposizione del Santissimo che si terrà all’interno della celebrazione, dopo la comunione e prima della riposizione.

Venerdì Santo – “Passione del Signore” (ore 20.00)

Il tradizionale bacio della croce da parte di tutta l’assemblea verrà sostituito da un momento di adorazione silenziosa della croce, alla fine della celebrazione.

Sabato Santo – Veglia Pasquale (ore 18.30)

Così come per la Domenica delle Palme, non ci sarà nessuna processione iniziale. Non accenderemo lumini e fiaccole dopo la benedizione del fuoco: ci concentreremo sulla luce portata dal cero pasquale.

Condividi e unisci anche tu