Categorie
Condividere X Unire

Un presepe diverso

Dietro le quinte dell’allestimento scelto per quest’anno dal Gruppo Presepe: il frutto del lavoro di questi mesi è visitabile in chiesa fino a gennaio

Condividi e unisci anche tu

Nonostante tutto, con le accortezze che il periodo impone per il bene di tutti, lavorando anche in smart-working, con le dovute distanze, con poche persone presenti, anche quest’anno è comparso il Presepe in Chiesa: molto diverso da quelli visti fino all’anno scorso perché diverso sarà questo Natale per il mondo intero. 

Un Presepe che racconta in 5 scene la Storia. 5 scene “distanziate”, parola che ormai è entrata a far parte del nostro vocabolario quotidiano a ricordare che dovremo vivere queste feste in molti posti diversi ma sarà comunque Natale.

5 scene con pochi personaggi, come siamo abituati a fare da tempo: niente Presepe “grande” pieno di pastori e figuranti, ma 5 piccoli momenti intimi e raccolti tra poche persone.

5 momenti di una Storia che hanno un solo personaggio in comune: e non è un bambino, seppur protagonista di questo storia, ma una madre che ancor prima che il bimbo nascesse ha fatto una scelta coraggiosa per cambiare la storia stessa…. e quanto abbiamo bisogno che la nostra storia cambi davvero.

  • L’annuncio dell’Angelo quale invito a mettersi in ascolto.
  • La ricerca dell’alloggio, come tanti fratelli che vivono quotidianamente questo disagio.
  • I Re Magi, migranti in cerca della speranza.
  • Il deserto, la cura di un padre che guida al sicuro una madre ed il figlio.
  • San Francesco, il coraggio di scegliere Gesù fino in fondo e volerlo annunciare.

L’Alfa: la scelta di una donna. L’Omega: San Francesco che coglie la bellezza del messaggio tanto profondamente da voler iniziare la tradizione del Presepe per ricordare a tutti, ogni anno, questo momento così unico ma che val la pena rivivere ogni volta.

Un Presepe diverso per un Natale diverso confidando che porti ad una storia diversa, possibilmente migliore per ciascuno, ricordando chi, da oggi, vivrà il Natale nella culla stessa che ha generato la Vita.

Il gruppo Presepe
Condividi e unisci anche tu