Categorie
Attualità

Natale, un’occasione missionaria

Carissimi, nel Rito Romano si celebra oggi la 3ª domenica di Avvento, la domenica della GIOIA! Colgo volentieri questa occasione per mandarvi un festoso saluto! Stavolta vi scrivo dalla città di Saigon, ora chiamata Ho Chi Minh, nel sud del Vietnam. Sono venuto per un incontro “di lavoro” da fare con altri due confratelli che vivono qui (la presenza dei Comboniani in Vietnam è relativamente recente e principalmente mirata alla promozione della vocazione missionaria fra i numerosi giovani cattolici che si sentono chiamati alla vita religiosa).

Per evitare questioni “burocratiche” (il governo tiene sotto controllo la presenza degli stranieri che non si attengono ai circuiti turistici tradizionali) ho preso alloggio in un hotel non distante da casa nostra, situato in una via confinante con il cortile di una grande chiesa cattolica (la parrocchia di questa zona). Così, ho avuto modo di costatare che i cattolici del Vietnam sono molto fieri della loro fede e per nulla vergognosi di professarla in pubblico, nonostante il divieto del governo comunista di praticarla fuori dagli spazi fisici degli ambienti parrocchiali. Ad esempio, alle 4:15 del mattino (anche di domenica!) il suono allegro delle campane dà la sveglia a tutto il circondario e dalle 4:30 in poi nelle strade vicine si sentono ben chiare le voci dei fedeli che pregano il rosario e le preghiere del mattino in attesa che, alle 5:00 in punto, inizi la S. Messa (anche questa ben udibile nelle vie circostanti!).

In questi giorni, poi, fervono gli ultimi preparativi in preparazione per il Natale: non solo sui piazzali delle chiese, ma anche nei giardini delle case private e, non di rado, negli spazi liberi lungo le strade appaiono dei grandi presepi molto artistici e ben illuminati, che non mancano di attrarre l’attenzione di chi passa. Anche le famiglie cattoliche che non hanno lo spazio o i mezzi per allestire un presepe ben visibile non mancano di esporre all’ultimo piano della casa una stella luminosa, con fili di luci colorate che scendono lungo la facciata a formare delle artistiche comete che annunciano una presenza cristiana. Spesso e volentieri, nelle vie dove vivono varie famiglie cattoliche, l’intera strada è illuminata a festa, soprattutto nelle sere dal 16 dicembre in poi.

È questo il modo in cui i cattolici vietnamiti esprimono e, soprattutto, testimoniano la loro Fede in una società non cristiana in cui il Natale sta (sempre più) diventando un’occasione commerciale, anche se ufficialmente non è festa!: qui il 25 dicembre scuole, negozi e uffici sono regolarmente aperti, salvo che non sia domenica…

Questo modo di celebrare il Natale “in uscita” (come dice papa Francesco) praticato con convinzione dai cattolici vietnamiti mi sembra un’esemplificazione perfetta del motto “la situazione è occasione” lanciato dal nostro Arcivescovo nella sua proposta pastorale per quest’anno: chissà che lo Spirito non ispiri anche a noi qualche bella idea per trasformare la celebrazione del Natale (o, perché no, dell’Epifania) in una bella occasione di testimonianza “missionaria” della nostra fede!

Tanti cari auguri per un santo Natale ed un gioioso inizio del Nuovo Anno!

Fabio Patt, fratello missionario comboniano

Condividi e unisci anche tu